Ultimo Urlo - non visibile
Gli urli sono visibili solo agli utenti autorizzati.
 

Visita pneumologica

Patologie e problemi tipici, della prematurita'

Moderatore: Lorenza

Visita pneumologica

Messaggioda silvia73 il 3 ott 2009, 14:31

Ieri ho portato Daniele al controllo pneumologico in ospedale a Piacenza. La visita in sè è durata parecchio, poco più di un'ora, nella quale hanno provato a fargli la spirometria, ha fatto le prove allergiche (tutte negative, tranne una lieve alterazione per il pelo del gatto), ha fatto il test da sforzo (una corsa di 6 minuti io e lui nei corridoi dell'ospedale, alla fine la mia spirometria sarebbe risultata un disasto!!), l'auscultazione di brochi e polmoni, e ci siamo fatte una bella chiacchierata con la dott.ssa che è stata chiara, precisa ed esaustiva.

Dalla visita è emersa una certa broncolabilità di Daniele, non si sa quanto attendibile, perchè la spirometria è riuscito a farla a modo suo, tant'è che il prossimo anno valuteranno se è il caso di fare la spirometria passiva, che in Italia fanno solo al Meyer a Firenze e a Padova, ma purtroppo in anestesia.
Dalle domande che mi ha posto, siamo giunti alla conclusione che la tosse di Daniele è persistente nel tempo (in queste ultime mattine appena sveglio tossisce parecchio e insieme ha conati di vomito), e alla luce di questo ha deciso che la terapia per lui deve essere, almeno per tutto l'inverno, singulair e puff di fluspiral e ventolin più volte al giorno (gli ultimi qualche secondo prima di metterlo a letto) come terapia di base e di mantenimento, unitamente ad aerosol a manetta nel caso di infezioni alle vie respiratorie (al minimo starnuto o colpo di tosse, per intenderci!) che siano tossi, raffreddori, mal d'orecchie per evitare complicazioni che lo porterebbero all'ospedalizzazione. La terapia comunque non è di prevenzione, ma si è visto che ha un certo indice di protezione, per cui tutto potrebbe succedere. Mi ha consigliato vivamente anche il vaccino per l'influenza h1n1 (non so se la farò, però), anzi dice che lui sarà tra i primi ad essere chiamato.
Daniele è inoltre un soggetto ad alto rischio asma, che viene diagnosticata in genere più avanti con l'età, adesso ha bronchiti asmatiche ricorrenti nelle quali gioca un ruolo essenziale la sua grave prematurità, ma con una madre allergica quale sono io (tra l'altro l'asma allergico è nel 50% dei casi) le probabilità sono molto alte.

Anche perchè ho notato e le ho detto che Daniele ha una particolare sensibilità agli odori, odori forti quali profumi, borotalco, candeggina, ammoniaca e altri, gli danno fastidio, e sente anche odori che a volte io non sento. Così per curiosità le ho chiesto se è una mia impressione o cosa e lei mi ha detto che questi bambini riconoscono questi odori forti come elemento scatenante di una crisi respiratoria (in gergo medico si chiamano trigger) e per questo si mette in movimento un meccanismo di difesa, ossia il fastidio forte, per allontanarli da quegli elementi nocivi. Per es. se frequentasse una piscina mi ha detto di portarlo dove usano poco cloro, perchè quello è un fattore altamente scatenante di una crisi d'asma o respiratoria.

A primavera lo vuole rivedere.....io nel frattempo, qualche mese fa, ho prenotato una visita pneumologica a Pavia - andiamo il 19 ottobre - (lì non ne ha mai fatto) per sentire anche un secondo parere, e comunque onestamente dove l'ho portato ieri sono rimasta davvero soddisfatta (lo ero già stata la prima volta!). Vediamo che mi dicono là....
Ah, più avanti, dovrà fare anche un test allergico agli imenotteri (api e vespe), in seguito al fatto che quest'estate ha avuto una reazione allergica a punture d'insetto, che risultano molto pericolose.

Piccola nota di tenerezza: Daniele è stato bravissimo, come, mi ha detto la dott.ssa, tutti i bimbi ospedalizzati per lungo tempo e che vedono ospedali e dottori di frequente nella loro vita (e già!!) che sono molto collaborativi!

Piccola nota di malinconia: non mi vengano a dire che la nostra vita è uguale a quella di tutti gli altri genitori e bimbi "normali"..... :evil:

Scusate la lungaggine....
Silvia - mamma di:
- Andrea - 10.03.1995 - 35 sett. 2200 gr
- Daniele - 23.02.2005 - 23 sett. + 4 gg 560 gr
la nostra storia sul sito www.danielenegro.it
Avatar utente
silvia73
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 7604
Iscritto il: 5 apr 2007, 18:37
Località: Bobbio (PC)

Re: Visita pneumologica

Messaggioda vale il 3 ott 2009, 19:43

silvia73 ha scritto:Piccola nota di malinconia: non mi vengano a dire che la nostra vita è uguale a quella di tutti gli altri genitori e bimbi "normali"..... :evil:



Dai SIlvia, capisco che ora tu sia un po' stanca. Ma è sempre magnifico poter essere genitori no?

E W Danieleeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
Valelove
Love 27+0, 930 g, 05/11/2003
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
Avatar utente
vale
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 5618
Iscritto il: 3 apr 2007, 23:19
Località: Svezia

Re: Visita pneumologica

Messaggioda parviz il 4 ott 2009, 13:43

e' vero l'essere genitore di un bimbo prematuro grave non e' assulutamente cosa assai facile anzi c'e' sempre qualcosa nascosto dietro l'angolo, pero' non dimentichiamoci mai quanta gioia abbiamo quando i nostri topi raggiungono i traguardi della vita come i loro coetanei anzi a volte meglio dei loro coetanei stessi, certo i momenti di sconforto sono naturali e credo anche permessi e giustificati a dei genitori che devono sempre lottare anche per le banalita'. un mega bacio a questa super mamma
stefania mamma di Maryam 24w 05.05.03 640gr -Nilufar 36w 16.04.07 2320gr
Avatar utente
parviz
Bambino
Bambino
 
Messaggi: 952
Iscritto il: 7 ago 2008, 11:21
Località: sovere-bg

Re: Visita pneumologica

Messaggioda Lorenza il 4 ott 2009, 16:10

Un abbraccione Silvia, e bravi tutti, Daniele, mamma papà e Andrea!!!
Immagine
Immagine

Lorenza
mamma di Davide 20/10/2004 (29 w+ 1 g, 960 gr) e Andrea 07/04/2010 (37w + 5 g, 3310 gr)
Avatar utente
Lorenza
Omaccione
Omaccione
 
Messaggi: 2572
Iscritto il: 4 apr 2007, 17:09
Località: Bologna

Re: Visita pneumologica

Messaggioda gabriella tolotti il 4 ott 2009, 16:31

Ma che bravo Dany, si dimostra un ometto in tutte li situazioni. I tuoi post riguardo alla situazione polmonare di Daniele mi inquietano sempre un pochino, soprattutto dopo la polmonite di maggio. Adesso Fabio ha un pochino di tosse e catarro, la pediatra dice che è alto, che ce l'hanno quasi tutti, ma si sta sempre un po' in ansia...ho paura che possa succedere ancora qualcosa!
Fabio è nato il 21/01/2006 alla 26ma sett.
Pesava 510 gr

Immagine
Avatar utente
gabriella tolotti
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 7985
Iscritto il: 20 nov 2007, 17:41
Località: (MB)

Re: Visita pneumologica

Messaggioda solestellato il 5 ott 2009, 9:32

Bravo Daniele...un ometto come sempre!!!


Fai bene Silvia a fare la visita anche a Pavia....un altro parerere è sempre buono!
Noemi 30 settimane 9 maggio 2006 Kg. 1,430 41 cm.
Federica 38 settimane 10 marzo 2001 Kg. 2,900 50 cm.

ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
Avatar utente
solestellato
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 6001
Iscritto il: 24 apr 2007, 13:27
Località: Toscana

Re: Visita pneumologica

Messaggioda cheti il 5 ott 2009, 13:15

Bravissimo Daniele, davvero.. affronta sempre tutto con entusiasmo...
e bravi anche voi... girare per ospedali soprattutto per i figli è sempre difficile!
Cheti, mamma di Giulio nato di 27+0, 880 gr. e di Valerio nato di 37+3, 2600 gr.
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
Avatar utente
cheti
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 7564
Iscritto il: 4 apr 2007, 10:50

Re: Visita pneumologica

Messaggioda 74dani il 5 ott 2009, 13:50

bravo daniele
alessia 21/06/08 31w 985g
Avatar utente
74dani
Omaccione
Omaccione
 
Messaggi: 2765
Iscritto il: 15 ott 2008, 18:13
Località: treviglio

Re: Visita pneumologica

Messaggioda Mila il 7 ott 2009, 9:34

Bravissimo Daniele!

Anche perchè ho notato e le ho detto che Daniele ha una particolare sensibilità agli odori, odori forti quali profumi, borotalco, candeggina, ammoniaca e altri, gli danno fastidio, e sente anche odori che a volte io non sento. Così per curiosità le ho chiesto se è una mia impressione o cosa e lei mi ha detto che questi bambini riconoscono questi odori forti come elemento scatenante di una crisi respiratoria (in gergo medico si chiamano trigger) e per questo si mette in movimento un meccanismo di difesa, ossia il fastidio forte, per allontanarli da quegli elementi nocivi.

sai che questa cosa mi fa riflettere...anche Maia non sopporta gli odori "forti"...ma lei non ha mai avuto problemi bronchiali....
Mila & Maia (15/05/04, 1200 gr. 31 sett)
Avatar utente
Mila
Gattonante
Gattonante
 
Messaggi: 206
Iscritto il: 21 mag 2007, 9:27
Località: Castelfranco Emilia MO

Re: Visita pneumologica

Messaggioda gabriella tolotti il 7 ott 2009, 10:34

De è per questo danno fastidio pure a me...soprattutto quelli dei detersivi ed i profumi "dolci"
Fabio è nato il 21/01/2006 alla 26ma sett.
Pesava 510 gr

Immagine
Avatar utente
gabriella tolotti
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 7985
Iscritto il: 20 nov 2007, 17:41
Località: (MB)

Re: Visita pneumologica

Messaggioda silvia73 il 7 ott 2009, 14:18

Parlando con una mia conoscente e compaesana, che 6 anni fa ha avuto un bimbo molto prematuro, ora che ha iniziato la scuola sta avendo parecchi problemi per gli odori.....
Gli hanno messo come vicino di banco un bambino che "puzza" (già, vi chiederete come si fa oggi a non lavarsi, o lavare i propri figli, me lo chiedo anch'io, ma ci sono ancora in giro di questi personaggi, aimè!) e ogni mattina ha conati di vomito, fino proprio a vomitare!
Anche lei ha notato questa particolare sensibilità agli odori da parte di suo figlio.....ha parlato anche con le maestre, le quali le stanno facendo la guerra...non credono a bambino e mamma, e anzi, le hanno detto che sono problemi psicologici, di portarlo dallo piscologo..... :shock:

Notare che questa mamma l'ha portato in capo al mondo, come abbiamo fatto noi, del resto, mai mancata a un controllo da follow up, inoltre il suo ha problemi motori (ha subito una semiparalisi alla parte sinsitra del corpo, alla nascita) e di linguaggio, quindi sempre sotto con terapie, logopedia, fisioterapia, botulino, gamba e braccio ingessati....è straniera, non ha molte possibilità economiche, e non ha l'auto, fa tutto col pullman a costo di mille sacrifici (è andata a reggio emilia, a genova, a parma ecc.....)!
Ma vi rendete conto con cosa dobbiamo combattere????? Anche con l'ignoranza di chi non conosce questi problemi.....

Pare che il problema odori sia comune tra i prematuri gravi, che hanno maggiore sensibilità bronchiale o polmonare, in più, come dicevo sopra, è una sorta di difesa quale potenziali asmatici .
Silvia - mamma di:
- Andrea - 10.03.1995 - 35 sett. 2200 gr
- Daniele - 23.02.2005 - 23 sett. + 4 gg 560 gr
la nostra storia sul sito www.danielenegro.it
Avatar utente
silvia73
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 7604
Iscritto il: 5 apr 2007, 18:37
Località: Bobbio (PC)

Re: Visita pneumologica

Messaggioda gabriella tolotti il 7 ott 2009, 14:38

Ma non farebbero prima a cambiargli di posto??? :evil:
La percezione olfattiva è comunque una cosa strana...una mia ex collega stava male, ma anche lei da conati di vomito, con l'odore degli agrumi, che per me e per la maggior parte della gente è piacevolissimo. Poi, si, il fastidio per certi tipi di odori specie di agenti chimici potrebbe essere una forma di tutela per i bronchi.
Fabio è nato il 21/01/2006 alla 26ma sett.
Pesava 510 gr

Immagine
Avatar utente
gabriella tolotti
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 7985
Iscritto il: 20 nov 2007, 17:41
Località: (MB)

Re: Visita pneumologica

Messaggioda rosy il 7 ott 2009, 16:42

dai coraggio .
Ne avete passate tante e questa la superete benissimo come le altre.Solo con un po' più di fatica...
Ilaria nata a 28 settimane peso 580g il 5/11/2005
Eliana nata a 41 settimane peso 2888g il 30/04/2009

Immagineurl=http://lilypie.com][img]
Avatar utente
rosy
Omaccione
Omaccione
 
Messaggi: 2452
Iscritto il: 27 giu 2007, 15:57
Località: Belgio

Re: Visita pneumologica

Messaggioda luna il 15 ott 2009, 11:49

Alessio è da circaun mese che ha la tosse, più o meno appena abbiamo smesso di andare al mare.
Abbiamo fatto aerosol per circa una settimana, poi il catarro aumentava allora la nostra pediatra ci ha prescritto l'antibiotico (lei da l'antibiotico con una facilità esagerata) e finito l'antibiotico niente di che, la situazione ha iniziato a peggiorare e due giorni fa ha passato tutta la notte a tossire.
Al che ho deciso di portarlo dallo pneumologo. Siamo andati dallo stesso che lo aveva visitato a febbraio scorso (per puro caso però, perchè io ho cercato su internet un pneumologo pediatrico e ho trovato il suo blog nel quale ho scritto, molto interessante, gli ho spiegato la situazione e gli ho chiesto i contatti e lui mi ha prontamente risposto.
Alessio ieri respirava male, aveva il fischio...quella specie di sibilo e una specie di affanno e perciò siccome mi ha dato disponibilità per il pomeriggio l'ho portato.
Siamo stati dentro più di un'ora, non ha tralasciato nemmeno un particolare, lo ha visitato da capo a piedi, abbiamo parlato tanto per cercare di capire se le cose che io gli spiegavo erano le stesse che intendeva lui.
Gli ha misurato anche la pressione e poi la saturazione (tuto ok per fortuna).
Ci aveva parlato del distanziometro ma noi l'inverno scorso non eravamo riusciti ad usarlo. Secondo lui è il metodo più efficace, più dell'aerosol, da fare come terapia d'urto con broncovaleas o ventolin e da proseguire. Dopo averlo auscultato a lungo abbiamo fatto gli spruzzi, Alessio è stato bravissimo, poi abbiamo continuato a parlare e dopo 20 minuti circa ha provato a riauscultarlo. Il bambino dopo 20 minuti respirava già meglio, faceva molta meno fatica e il fischio era diminuito.
Ci ha spiegato (e dato anche un promemoria) su tutto il dafarsi in questi casi critici e ci ha anche detto che in caso di bronchite l'antibiotico è inutile, meglio praticare questo tipo di terapia.
Sostiene inoltre che il bambino si renda perfettamente conto se una cosa su di lui sia efficace o meno e perciò i bambini che si oppongono totalmente all'aerosol lo fanno perchè evidentemenete capiscono che su di loro non ha alcun effetto (Alessio lo fa da solo senza problemi infatti e da ieri fa tranquillamente anche il distanziometro da cui trae imediato beneficio).
H adetto anche che ci sono bambini particolarmente catarrosi ma che non è un grande problema.
In generale ci ha detto che è evidente che i polmoni di Alessio siano polmoni che hanno sofferto ma che comunque vista la sua storia lo trovava bene e che siccome non si ammala tanto e non ha avuto finora numerosi episodi febbrili è tutto tranquillo.
Per la visita ci ha fatto pagare 60 euro (anche se eravamo in ospedale ci ha visitato privatamente in orario non di ambulatorio) è durata un'ora e dieci, mi è sembrato onestissimo, vista l'accuratezza.
Il suo blog è questo http://robertominelli.blog.tiscali.it/ molto interessante. e lui risponde prontamenete alle domande
http://robertominelli.blog.tiscali.it/D ... 7422.shtml qui si trovano le domande e le sue risposte.
Scusate la lungaggine

PS ci ha consigliato il vaccino antinfluenzale quello generale
ImmagineImmagine
Luna,Mamma di Alessio 25 sett 760g 29.09.06 e mamma di Alice 25 sett 780g...29.9.06 volata via il 04.10.06 e mamma di Amelia 39+5 sett 3800g 09.07.11
Avatar utente
luna
Vecchio
Vecchio
 
Messaggi: 4364
Iscritto il: 2 mag 2007, 11:26
Località: Frutti d'Oro Capoterra (CA)

Re: Visita pneumologica

Messaggioda cheti il 15 ott 2009, 14:14

Il pediatra di Giulio, quello privato che mi piace tanto tanto ci consigliò due anni fa il distanziatore. E noi da quel momento in poi lo abbiamo usato al posto dell'aerosol. In effetti ci siamo trovati molto bene.
Cheti, mamma di Giulio nato di 27+0, 880 gr. e di Valerio nato di 37+3, 2600 gr.
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
Avatar utente
cheti
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 7564
Iscritto il: 4 apr 2007, 10:50

Prossimo

Torna a Patologie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

 


MKPortal ©2003-2008 mkportal.it