Ultimo Urlo - non visibile
Gli urli sono visibili solo agli utenti autorizzati.
 

Gestione compiti

Suggerimenti, consigli, scambio di opinioni in merito all'educazione dei nostri bambini

Moderatori: mariateresa, Lu

Gestione compiti

Messaggioda cheti il 24 nov 2012, 13:47

Chiedo un vostro parere… l’ho fatto in passato per altre questioni… ascoltar pareri altrui mi aiuta a farmene uno proprio o magari mi dà maggior convinzione circa quello che ho già.
Giulio durante i pomeriggi infrasettimanali è dai nonni materni tranne un pomeriggio che è con i paterni.
Dai nonni materni fa i compiti in assolutissima autonomia: i miei al massimo gli dicono (magari più di una volta che una non basta) “vai a fare i compiti”: il loro contributo sta tutto qui, per il resto si gestisce da solo, senza alcuna indicazione da parte di adulti che invece a volte sarebbe necessaria. Sarebbe stata necessaria ad esempio mercoledì scorso per il compito di scienze. Aveva questo esercizio: esercizio scritto nel senso orizzontale del foglio: “dalla finestra vedo, disegna” sulla riga sotto, a sinistra “”esseri viventi” A destra “essere non viventi”.
Era chiaro che avrebbe dovuto fare i disegni usando il foglio in senso orizzontale e considerandolo diviso a metà: nella prima colonna gli “esseri viventi” nella seconda colonna gli “esseri non viventi”.
Ha invece disegnato usando il foglio verticalmente. In basso, in fila, gli esser viventi, poco sopra ancora in fila i non viventi. Di fatto però i non viventi cadevano nella metà del foglio dove sarebbero dovuti essere i soli viventi (mi sarò spiegata?)
La sera dopo cena gli ho rifatto fare l’esercizio. Sul retro della stesso foglio gli ho rifatto scrivere il testo dell’esercizio, e gli ho spiegato che il foglio era da usarsi orizzontalmente e da considerarsi diviso a metà. Ho poi scritto un biglietto alla maestra dove gli ho spiegato che la prima volta lo aveva fatto in assoluta autonomia a casa dai nonni senza alcuna indicazione da parte di un adulto e la seconda con indicazioni circa l’uso del foglio.
Al mattino prima di uscire ha tirato fuori il quaderno e mi ha detto “mamma forse è meglio cancellare quello che avevo fatto da solo”… l’ho consigliato di non farlo…. A mio avviso è da apprezzarsi che faccia i compiti –anche- in assoluta autonomia seppur magari sbagliando… ha accettato il consiglio non troppo convinto.
Che ne dite? Sarebbe stato meglio togliere l’esercizio “sbagliato” anziché mandarlo con le due “versioni” di esercizio? Voi che avreste fatto?
Cheti, mamma di Giulio nato di 27+0, 880 gr. e di Valerio nato di 37+3, 2600 gr.
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
Avatar utente
cheti
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 7564
Iscritto il: 4 apr 2007, 10:50

Re: Gestione compiti

Messaggioda Lu il 24 nov 2012, 13:58

Ehm io che sono sfati l'avrei mandato con il suo esercizio e poi se la vedeva la maestra...
A me pare vada benissimo che gestisca i compiti in autonomia 9del resto sono suoi mica del resto della famiglia...)
Lu mamma di Letizia 04/06/02 (28 settimane 665g), Vittorio 06/08/07 (34 settimane 1915g) e Giovanni 19/08/2009 (33 settimane 1765 gr)
Immagine
Immagine
Immagine
Orgogliosa di essere una sfaticated housewife!
http://unaprofcheblogga.blogspot.it/
Avatar utente
Lu
Omaccione
Omaccione
 
Messaggi: 2545
Iscritto il: 1 apr 2007, 20:33
Località: Torino

Re: Gestione compiti

Messaggioda cheti il 24 nov 2012, 14:11

Lu ha scritto:Ehm io che sono sfati l'avrei mandato con il suo esercizio e poi se la vedeva la maestra...
A me pare vada benissimo che gestisca i compiti in autonomia (del resto sono suoi mica del resto della famiglia...)

Si sono d'accotrdo pure io per l'autonomia... ma tu dici proprio proprio assoluta? Io sono cresciuta così, non avevo nessuno che mi guardasse i compiti... però forse un minimo di apporto da parte di un adulto... tipo il dire: guarda che se il testo dell'esercizio è scritto in orizzontale significa che devi disegnare in orizzontale"... sono una classe di 21, fra l'altro ho scoperto (e lo trovo positivo) che in una certa misura i compiti sono personalizzati... direi che ci sta che un bambino in prima elementare non riesca a cogliere tutto di quanto assegnato a casa, a maggior ragione se non può confrontarsi con il compagno di banco che magari ha da fare una cosa diversa...
Tu dici che nemmeno debbo aprirgli i quaderni per vedere cosa e come lo ha fatto?
P.S. Ed io che pensavo di spingerlo fin troppo all'autonomia.
Cheti, mamma di Giulio nato di 27+0, 880 gr. e di Valerio nato di 37+3, 2600 gr.
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
Avatar utente
cheti
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 7564
Iscritto il: 4 apr 2007, 10:50

Re: Gestione compiti

Messaggioda Jenny il 24 nov 2012, 15:34

io in prima la seguivo nel senso che le stavo vicina se non capiva ma non le dicevo io cosa fare, mi limitavo a guardare e basta. In seconda ho cominciato a staccarmi un po' e in terza, d'accordo con la maestra si gestiva da sola. se proprio non riusciva andavo da lei e vedevo dove non riusciva. Io controllavo il diario tutti i giorni e adesso che fa la quarta non lo faccio + ma mi sto rendendo conto che non è capace di gestirsi in quel senso...se il compito è da consegnare 5 giorni dopo non le passa neanche per l'anticamera del cervello di cominciare a farlo prima e più di una volta poi ha fatto casini. Quindi mi sa che devo fare un passo indietro.
Jenny
Tabatha 17.11.2003 - 29+4 725 gr. - 32 cm.
Ava 29.06.2010 - 36+2 - 1870 gr. - 43 cm.
Avatar utente
Jenny
Uomo
Uomo
 
Messaggi: 2395
Iscritto il: 2 apr 2007, 18:19
Località: Melano, Svizzera

Re: Gestione compiti

Messaggioda chicca77 il 24 nov 2012, 15:57

io non ci sono ancora dentro cheti,
ma secondo me stai agendo benissimo.... io non mi ricordo in prima, ma poi ho sempre fatto i compiti sola, adesso tendon tutti a dare troppi aiuti.... certo che assicurarsi che abbia capito bene la consegna va bene, poi lo svolgimento lo fa da solo.....
Andrea 844 gr. e Martina 734 gr. 27w nati il 31/03/2009, a casa dal 27/06/2009
Avatar utente
chicca77
Uomo
Uomo
 
Messaggi: 2168
Iscritto il: 10 ago 2009, 17:29
Località: pasiano (pn)

Re: Gestione compiti

Messaggioda Lu il 24 nov 2012, 16:02

Secondo me va bene intervenire se lo richiedono, se no li abbandonerei al loro destino. Insomma se sbagliano che mai succederà? Rfaranno il compito a scuola o verrà loro richiesto di completarlo a casa. Diversa è la gestione del tempo, in quello credo che valga la pena intervenire perchè effettivamente si perdono (tipico è l'esempio dei compiti delle vacanze di cui si ricordano i primi e gli ultimi 5 giorni di vacanza).
A volte siamo noi mamme che ci facciamo sensi di colpa assurdi e temiamo che mandarli a scuola con un compito malfatto sia un'onta familiare.
Lu mamma di Letizia 04/06/02 (28 settimane 665g), Vittorio 06/08/07 (34 settimane 1915g) e Giovanni 19/08/2009 (33 settimane 1765 gr)
Immagine
Immagine
Immagine
Orgogliosa di essere una sfaticated housewife!
http://unaprofcheblogga.blogspot.it/
Avatar utente
Lu
Omaccione
Omaccione
 
Messaggi: 2545
Iscritto il: 1 apr 2007, 20:33
Località: Torino

Re: Gestione compiti

Messaggioda gabriella tolotti il 24 nov 2012, 16:14

Qui danno compiti, e finora pochissimi, solo per il fine settimana. Per la gestione del tempo no problem: Il venerdì pomeriggio, appena arriva a casa, Fabio fà una merenda veloce e poi si dedica subito ai compiti di sua sponte. Tende però ad essere un po' frettoloso nell'esecuzione e a fare peggio di quello che potrebbe. Devo spesso ricordargli di essere un po' più accurato.
Fabio è nato il 21/01/2006 alla 26ma sett.
Pesava 510 gr

Immagine
Avatar utente
gabriella tolotti
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 7985
Iscritto il: 20 nov 2007, 17:41
Località: (MB)

Re: Gestione compiti

Messaggioda Lorenza il 24 nov 2012, 16:47

Nel caso specifico cheti, la gestione del foglio per Davide è "il" problema--- in questi primi due anni su questa cosa occorreva la mia supervisione, in genere ne parlavamo prima di farlo (es gli chiedevo: dove lo scrivi? grande quanto? ecc), lo lasciavo fare da solo ma poi se non andava bene rifaceva, a volte anche dall'inizio :oops: togliendo la pagina sbagliata (sinceramente non ho mai riflettuto se lasciarla.. :roll: )
Per le altre cose (tipo compiti da fare direttamente sul libro, lettura, filastrocche a memoria, disegni ecc) all'inizio lo facevo fare da solo ma poi correggevo alla fine (le insegnanti avevano detto che in queste fasi era comunque più efficace la correzione immediata) ma per alcune attività era comunque necessario l'intervento dell'adulto--ad esempio inglese, in prima davano "ascolta e canta la canzone X del CD", il testo era anche sul libro ma vi immaginate se a 6 anni capiscono bene le parole che ascoltano? Per la cronaca nemmeno io le "becco" al primo colpo :oops: meno male che Bunny parla benissimo l'inglese :wink:!
Quest'anno invece mi limito a controllare che li abbia fatti e lascio la correzione alla maestra--rimane invece da gestire la questione dei compiti in differita (come diceva Jenny) per cui si deve ancora abituare, ancora non ha la mentalità di "anticiparsi"; una volta non sono intervenuta e si è ridotto all'ultimo con molto lavoro da fare ed era disperato perchè troppo stanco e mi ha detto di essersi reso conto dell'errore; effettivamente ora lo vedo più disposto a prepararsi per tempo ma non ancora "organizzato", c'è ancora del lavoro da fare :mrgreen:
Immagine
Immagine

Lorenza
mamma di Davide 20/10/2004 (29 w+ 1 g, 960 gr) e Andrea 07/04/2010 (37w + 5 g, 3310 gr)
Avatar utente
Lorenza
Omaccione
Omaccione
 
Messaggi: 2572
Iscritto il: 4 apr 2007, 17:09
Località: Bologna

Re: Gestione compiti

Messaggioda silvia73 il 24 nov 2012, 16:59

Mmmmh dipende molto da bambino a bambino. Andrea l'ho seguito solo all'inizio della prima per dargli una mano, ma in pochissimo tempo si è organizzato e gestito da solo e da allora non ho più controllato che facesse o meno...sapevo che faceva!! Ogni tanto guardavo i suoi quaderni per il piacere di vedere cosa avevano fatto e come se la cavava. Con Daniele è un pò diverso....un pò tanto....chiede molte volte aiuto, fa da solo, ma vedo che gli fa piacere essere guidato, si sente tranquillo se ci sei, anche solo per sentire la presenza. La differenza tra il lavoro fatto a scuola e quello fatto a casa si vede tutta.....a scuola è più veloce e un pò più pasticcione, a casa, pur facendo da solo, è più corretto, insomma si vede che ha bisogno di una spintarella in più e il rapporto 1:1 è quello che ci vorrebbe per lui. Cmq l'altro pomeriggio ho partecipato al consiglio di classe che è aperto a tutti i genitori e non solo ai rappresentanti dei genitori, e le maestre hanno ribadito che è giusto che facciano da soli ma che loro hanno notato che i bambini hanno piacere quando i genitori danno loro un'occhiata e quindi chi lo fa, di continuare a farlo perchè l'interessamento dei genitori soddisfa i bambini.
Comunque Cheti ti segnalo questa pagina della "Scuola genitori", Centro psicopedagocio per la pace e la gestione dei conflitti tra genitori e figli, è stata creata a piacenza da un pedagogista e si avvale della collaborazione di psicologi e altri esperti del settore, una volta la settimana fanno sempre interessanti incontri su temi diversi, e sono itineranti. vedrai che venerdì scorso è stato trattato proprio l'argomento "i compiti li fa da solo" e su facebook è possibile leggere risposte a domande dei genitori. http://www.cppp.it/
Silvia - mamma di:
- Andrea - 10.03.1995 - 35 sett. 2200 gr
- Daniele - 23.02.2005 - 23 sett. + 4 gg 560 gr
la nostra storia sul sito www.danielenegro.it
Avatar utente
silvia73
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 7604
Iscritto il: 5 apr 2007, 18:37
Località: Bobbio (PC)

Re: Gestione compiti

Messaggioda briseida il 25 nov 2012, 1:15

Lorenza ha scritto:ancora non ha la mentalità di "anticiparsi"; una volta non sono intervenuta e si è ridotto all'ultimo con molto lavoro da fare ed era disperato perchè troppo stanco e mi ha detto di essersi reso conto dell'errore; effettivamente ora lo vedo più disposto a prepararsi per tempo ma non ancora "organizzato", c'è ancora del lavoro da fare :mrgreen:


Leggo questo post perchè lo ritengo molto utile anche se a noi manca ancora molto per arrivarci... Magari cosi imparo anch'io a anticiparmi, mi sono laureata studiando sempre (e solo) la notte prima degli esami (persino le ore prima) :roll: :roll: :roll: Potrei raccontarvi certe cose che persino io mi vergogno... :oops: :oops:

Io mi chiedo, quando uno è fatto cosi... è possibile cambiare? :lol: :lol:
Alberto e Fanny genitori di
* Jaume 06/08/2009 - 12/08/2009 - 23 sett + 5 gg 750gr
* Ada 06/08/2009 - 23 sett + 5 gg 550gr - a casa dal 29/12/2009

ImmagineImmagine
http://piccolaada.blogspot.com
Avatar utente
briseida
Anziano
Anziano
 
Messaggi: 3490
Iscritto il: 26 ago 2009, 9:04
Località: Cerdanyola del Vallès (Barcelona)

Re: Gestione compiti

Messaggioda cheti il 25 nov 2012, 15:01

Io un pochino quando Giulio è dai nonni e fa i compiti in assoluta -assoluta ripeto- autonomia un pò mi logoro... i compiti di prima elementare a ben guardare non sono fatti per essere fatti in assolutissima autonomia... sul quaderno ricopiano dalla lavagna un qualcosa del tipo "fai le pag 63-64-65"... gli esercizi sul libro hanno il testo in stampatello minuscolo... un bambino a due mesi dall'inizio della prima "a cose normali" non è in grado di leggere lo stampatello minuscolo... e difatti molti (la maggior parte) dei bambini della classe di Giulio non sa leggere lo stampatello maiuscolo, figuriamoci il minuscolo.. ne deduco che abbiano un adulto che legge loro almeno il testo e che magari si accerta che lo abbia compreso.... e l'assoluta autonomia, quella di cui parlo io, non comprende un adulto che legge i testi dei vari esercizi.
In questa ottica ho lasciato la pagina fatta da lui.... gli ho detto che aveva fatto molto bene considerato che nessuno gli aveva dato suggerimenti circa l'uso della pagina... e che però poteva fare ancora di meglio con alcuni suggerimenti.. ed ha rifatto l'esercizio ed è andato a scuola con l'esercizio svolto due volte.
Cheti, mamma di Giulio nato di 27+0, 880 gr. e di Valerio nato di 37+3, 2600 gr.
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
Avatar utente
cheti
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 7564
Iscritto il: 4 apr 2007, 10:50

Re: Gestione compiti

Messaggioda clemy il 26 nov 2012, 12:34

Cheti secondo me non hai sbagliato, anche se io forse visto che si trattava di un disegno non sarei andata molto sul sottile e avrei lasciato correre. Nel caso di Michele, la sua insegnante per evitare di confonderli fa fare questo genere di esercizio sotto forma di insiemi, in modo tale da avere come unico limite il cerchio che la maestra gli traccia sul foglio.
Per quanto riguarda l'autonomia, beh ci sono alcune cose che fa da solo altre no, come sollevavi giustamente tu la questione del libro con le consegne scritte in stampato minuscolo io mi limito a leggergli, laddove non ci arriva da solo, la consegna e lui fa il resto, al limite se proprio non ci arriva lo spingo a ragionarci su e poi parte da solo. Ci sono esercizi in cui poi va ad intuito e deduce il da farsi in base all'esempio fatto sul libro.
Poi, per fortuna, Michele è molto volenteroso, ha saltato due giorni per via dell'influenza ma ha recuperato ciò che è stato fatto in classe a casa anche se non stava affatto bene, a mezzoggiorno dobbiamo sempre mangiare in fretta e furia perchè lui deve farsi i compiti e onestamente fa piacere pure a me perchè almeno un'oretta prima di ritornare a lavoro riesco a dedicargliela.
Clementina mamma di tre moschettieri:
Michele nato il 25/07/2006 a 41w+1d 3590 gr
Giovanni nato il 16/11/2009 a 28w+0d 1150 gr.
Vito nato l'11/08/2011 a 39w+0d 3470 gr



Immagine

Immagine

Immagine
Avatar utente
clemy
Giovanotto
Giovanotto
 
Messaggi: 1899
Iscritto il: 22 lug 2010, 12:53
Località: Prov. (TA)

Re: Gestione compiti

Messaggioda vale il 26 nov 2012, 13:19

Cara Ketunz, secondo me hai fatto benissimo a non togliere l'esercizio fatto in assoluta autonomia.

1) Appunto, l'ha fatto in autonomia, io gli direi che è stato molto bravo, si é impegnato. Non glielo avrei tolto neanche se fosse sato "tutto sbagliato". è bello che prenda l'iniziativa, che esplori, che tenti.

2) Lo aiuti a pensare che spesso non c'é un'unica soluzione, né un unico modo di pensare. Non c'é il giusto e lo sbagliato assoluto, non é detto che uno abbia completamente ragione e il compagno completamente torto. Se ci pensi, tutte le nuove scoprte sono nate così.

3) Per es. Love non può fare i compiti da solo, perché non riesce a cominciare e si sgomenta. A quel punto si deconentra ed é impossibile che ragioni. Quindi un adulto deve essere lì, aiutarlo a cominciare. quando parte non lo ferma più nessuno, ma a volte dimentica di soffermarsi a riflettere, e se ne esce per es. con "6+7 fa decismente 11". Ora, se non c'é un adulto vicno, lui se ne va a scuola declamenado che, appunto "6+7 fa 11", e no è detto che poi se la senta di spiegare al maestro il perché. Ha biaogno di un adulto che lo fermi e gli chieda"ma perché mai fa 11"? E la prima risposta é: io lo so e tu non capisci.

Si scopra poi che:
siccome 6 = 3+3
3+3+3 fa 9.

(Rimangono un 3 e un 1 penso io, siamo a cavallo).

E invece lui: allora prendo un'unità dal 3 e arriva a 10, per superare il 10, che è una decina e quindi grande mi serve tutto il resto. Ecco, supero la decina: 11. :shock: :shock:

Ecco, io non lo so come ragiona giulio, un occhio ogni tanto glielo darei. :mrgreen: :mrgreen:
Valelove
Love 27+0, 930 g, 05/11/2003
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
Avatar utente
vale
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 5618
Iscritto il: 3 apr 2007, 23:19
Località: Svezia

Re: Gestione compiti

Messaggioda clemy il 26 nov 2012, 13:41

vale ha scritto:Si scopra poi che:
siccome 6 = 3+3
3+3+3 fa 9.

(Rimangono un 3 e un 1 penso io, siamo a cavallo).

E invece lui: allora prendo un'unità dal 3 e arriva a 10, per superare il 10, che è una decina e quindi grande mi serve tutto il resto. Ecco, supero la decina: 11.


Oddio Vale! Se ingarbuglia così le addizioni figuriamoci cosa combinerà con moltiplicazioni e divisioni!!!! :shock: :shock:
Non ho capito la tecnica che usa per frazionare le cifre... :roll: :roll:
Clementina mamma di tre moschettieri:
Michele nato il 25/07/2006 a 41w+1d 3590 gr
Giovanni nato il 16/11/2009 a 28w+0d 1150 gr.
Vito nato l'11/08/2011 a 39w+0d 3470 gr



Immagine

Immagine

Immagine
Avatar utente
clemy
Giovanotto
Giovanotto
 
Messaggi: 1899
Iscritto il: 22 lug 2010, 12:53
Località: Prov. (TA)


Torna a Pedagogia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
 


MKPortal ©2003-2008 mkportal.it