Ultimo Urlo - non visibile
Gli urli sono visibili solo agli utenti autorizzati.
 

Problemi relazionali

quando la prematurità lascia in eredità delle disabilità o problemi seri. In questa area verranno trattate tematiche legate alle disabilità, tutto ciò che esula da questo argomento verrà spostato nelle relative sezioni.

Moderatori: chicca77, parviz, Elena, renate

Problemi relazionali

Messaggioda MammaSole il 11 mag 2014, 16:28

Pochi giorni fà abbiamo fatto l'ultimo incontro con in npi, equipe terapisti e insegnanti di MS, ha fatto grandissimi progressi dal punto di vista didattico, motorio, psicomotorio, autonomia... unico punto su cui gli insegnanti non hanno visto progressi è dal punto di vista relazionale.
MS non ha nessun amico, non parla e non gioca con nessuno.
Nei giochi in cui si devono fare le coppie lei non viene scelta dai compagni e non ci resta neppure male per questo, si lascia avvicinare e anche prendere per mano e portare dagli altri bimbi ma poi non si aggrega al gioco con gli altri, si accontenta di ciò che avanza oppure fà lo stesso gioco in disparte, pur sempre osservando gli altri. A casa racconta cosa fanno in classe come se avesse partecipato insieme agli altri, riferendo anche cosa hanno fatto i compagnetti, gioca con suo fratello, inventa giochi... fuori casa invece alza un recinto e tiene le distanze soprattutto dai bambini.
Per farvi un esempio racconto un episodio. Un giorno l'ho portata in classe e mi sono fermata a parlare con l'insegnante, ho notato che lei era attrattissima da un puzzle in legno che stava facendo una bambina, però si è allontanata, si è seduta per terra e in silenzio si è messa a piangere (io non sono intervenuta, conoscendola avevo capito che non aveva coraggio di chiedere alla bimba di giocare), la maestra quando si è accorta l'ha accompagnata al tavolo e ha chiesto alla bimba di fare a turno e lasciar giocare anche lei, si è calmata e ha giocato timidamente.
In questi ultimi due mesi le maestre si sono prefissate l'obiettivo di lavorare di più su questo aspetto, facendo piccoli gruppi con bimbi della sua età che possano spronarla a farla sentire più sicura di sè quando si rapporta con i suoi pari e sperimentare il piacere del gioco in compagnia.
Speriamo di vedere passi avanti anche sotto questo aspetto :) .
Chi ha voglia e ci è già passato con il proprio bimbo mi racconta esperienze simili, ho bisogno di confrontarmi :cry:
Maria Sole è nata il 20 luglio 2009 - w 31+5 gr 1370 cm 41 - 30 gg di TIN
Diego è nato il 28 novembre 2011 - w 37+4 gr 3240 cm 48,5 - a casa dopo 5 giorni

ImmagineImmagine

ImmagineImmagine
Avatar utente
MammaSole
Signore
Signore
 
Messaggi: 3003
Iscritto il: 28 nov 2009, 20:57
Località: Torino

Re: Problemi relazionali

Messaggioda gabriella tolotti il 12 mag 2014, 9:26

Io posso dirti che per i primi mesi di materna Fabio aveva un atteggiamento simile. Poi piano piano ha iniziato a legare con pochi bambini, e solo al terzo anno giocava anche in gruppi abbastanza numerosi. Quello che secondo me potresti fare per aiutarla è cercare di favorire le relazioni inizialmente con una bambina (o anche un bambino) che sia abbastanza tranquilla, magari invitandola a casa dopo la scuola o il fine settimana, poi magari due...con Diego gioca, quindi secondo vuol dire che è inibita per il fatto che non li conosce bene, ed è timida di carattere.
Fabio inizialmente legava quasi solo con le femmine, adesso a differenza di molti compagni, gioca sia con le femmine che con i maschi...non di rado invita a casa bambine, che accettano sempre volentieri :wink: !
Fabio è nato il 21/01/2006 alla 26ma sett.
Pesava 510 gr

Immagine
Avatar utente
gabriella tolotti
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 7985
Iscritto il: 20 nov 2007, 17:41
Località: (MB)


Torna a Bimbi con disabilità o bisogni speciali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
 


MKPortal ©2003-2008 mkportal.it